Stampa

Grazie a tutti

Posted in Racconti di gara e non...

Questo articolo è stato letto: 2080 volte
Valutazione attuale:  / 6
ScarsoOttimo 

lauria

Ebbene sì, ho appeso le scarpette al chiodo!Molti amici hanno preso la mia decisione con scetticismo.

Una boutade estiva, dopo una piccola delusione?Invece no, è arrivato il momento giusto per dire basta.

Sono quasi due anni che combatto i dolori alla schiena e, soprattutto, sono quasi due anni che non mi diverto più.

Tutto questo non vuole essere un addio malinconico, è solo l'accettazione di una situazione che non mi permette di continuare questa bella avventura.

Tutto ha un termine e sono contento che abbia avuto una durata.

Naturalmente è obbligatorio fare qualche bilancio e una sintesi di questi otto anni.

Tutto è cominciato in questi giorni di agosto di otto anni fa.

Dopo due settimane sarei partito per il Trentino, avevo navigato su internet per vedere cosa era previsto in quel periodo da quelle parti.

Mi sono imbattuto nel sito della marcialonga e sono rimasto incuriosito da una corsa che era in programma proprio durante il mio soggiorno da quelle parti.

Più di venticinque chilometri!!!!!

Ma l'iscrizione era senza troppe formalità e il tempo massimo allettante.

Faccio la pazzia, subito iscritto!

Mi rendo conto del livello di pazzia raggiunto appena, acquistato un paio di scarpacce da finto corridore, scendo sotto casa per i primi allenamenti.

Va bene che era quasi ferragosto ma dopo poche centinaia di metri ero piegato in due per lo sforzo e l'affanno.

I giorni successivi non sono andati certo meglio ma più vedevo che sarebbe stato impossibile, più mi veniva la determinazione di volerci essere comunque.

Il risultato è stato che dopo quindici giorni di pseudo allenamento e di "massacro alle giunture" arrivo in montagna che non riesco nemmeno a camminare.

Non ricordo quanti tubetti di crema antidolorifica ho consumato ma, alla fine, decido di partire comunque.

Ho abbassato l'asticella. Mi sarei fermato al primo punto ristoro a circa sei chilometri dalla partenza!

Sarà stata l'atmosfera, l'adrenalina, i primi segni di rimbambimento senile, arrivo fino in fondo.

Tra gli ultimissimi, naturalmente, ma nemmeno ultimo!!!

Qui è cominciato tutto.

Adesso, giocando con i numeri e le casualità, lì tutto si concluderà.

Tra qualche giorno parto per il Trentino.

Vado ad affrontare la mia 200^ e ultima corsa.

Questa volta sarà ancora più difficile terminare i venticinque chilometri della Marcialonga Running. Probabilmente, se arriverò, sarà una dura lotta per l'ultimo posto ma spero di arrivare e di arrivare sorridente come la prima volta.

Il bilancio di questi otto anni?

Per la contabilità: 200 corse quasi tutte terminate. I ritiri, ma solo in quest'ultimo periodo, sono stati meno delle dita di una mano.

Di queste 200, cinquantadue sono state sopra la distanza della maratona (queste tutte portate a termine).

Quello di cui non riesco e non voglio tenere la contabilità sono gli incontri e gli amici conosciuti.

Sono tutti campioni, sia quelli che hanno vinto medaglie olimpiche e corse importanti, sia quelli che, pur arrancando nelle retrovie come me, danno fino all'ultimo fiato per arrivare al traguardo.

Non voglio citare nessun nome perché tutti, quelli che sono diventati amici più stretti e quelli incrociati solo poche volte, mi hanno tutti regalato un arricchimento personale che non è quantificabile o descrivibile con le mie poche e povere parole.

Non è un'isola felice quest'ambiente ma è comunque piena di belle persone.

E' stato un privilegio esserci.

Ovunque, da Amsterdam, a Connemara. Dal Passo della Colla alle sabbie sahariane, c'è modo di incontrarle e se c'è un rammarico in questo momento, è il pensiero di quante altre belle persone avrei potuto conoscere.

Un ringraziamento particolare va alla mia compagna che durante questo periodo ha sopportato le mie assenze, ma, quando possibile mi è stata vicina nelle mie avventure.

Spesso ha brontolato ma anche quando non l'ha dato da vedere è sempre stata orgogliosa di questo matto che le sta accanto.

Lei è la presidente e unica componente del mio fan club!

A tutti l'augurio di continuare a provare queste belle sensazioni. Spero tanto di potervi incontrare da qualche parte.

Magari al ristoro del 40° chilometro della maratona di Roma o, per quelli vicino alla mia città, durante qualche 10.000 che continuerò a frequentare.

Ciao a tutti e......

lauria2

Grazie, thank you, gracias, merci, danke, شكرا, díky,

go raibh maith agat, obrigado, спасибо, shukrani, דאַנק

Chi è online

Abbiamo 312 visitatori e nessun utente online

Atleti online

No